Blog

In uscita il 24 Agosto ‘In una città lontana il Gentiluomo, il Barbaro e il Professore’

Abbiamo una data! E’ scattato il conto alla rovescia, il 24 Agosto ‘In una città lontana il Gentiluomo, il Barbaro e il Professore’ sarà disponibile su Kindle Store di Amazon.

Il mio primo romanzo puramente rosa, è  una commedia romantica ricca di equivoci, battute sferzanti e protagonisti maschili mozzafiato. Una storia sbarazzina, scanzonata e senza pretese, proprio come una soap-opera… beh, un pò più sexy di una soap opera.

e-book-e-reader-ebook-1247527
Siete ancora in tempo per portarvi sotto l’ombrellone una lettura romantica, sbarazzina e decisamente piccante. 

 

TRAMA

La bella addormentata nel campus… 

Melissa Bocci è una secchiona ed è bellissima. Un’accoppiata che tra i banchi del liceo non le ha reso la vita facile. Troppo brillante per non essere invidiata, troppo bella per non suscitare gelosie o peggio, avanches indesiderate. La sua vita sociale ha sempre fatto schifo e anche all’università, a Venezia, continua a rimanere pari o uguale a zero.

Mentre tutti i suoi compagni al campus sono oberati dallo studio, alla dotata Melissa abbonda il tempo libero. Annoiata e sola, non le resta altro da fare che trovarsi un lavoro pur di occupare quel tempo.

La sua bellezza, causa di così tanti problemi, le torna finalmente utile valendole un ingaggio come ragazza immagine a una festa in maschera al lussuosissimo Casinò di Venezia. Ed è lì che incontra Marcus, un’affascinante gentiluomo mascherato deciso a sedurla.

Melissa non ha neppure il tempo di sospirare al ricordo dell’affascinante Marcus, sparito nel nulla, che a farle rimpiangere la monotonia della sua vita, compare l’individuo più rozzo e villano dell’intero creato: un barbaro, uno screanzato, che si rivelerà essere null’altri che il suo nuovo professore.

Fermamente deciso ad aggiungerla alla sua lista nera…

 

Info

Il libro sarà in vendita a €1,99 in self-publishing.  Non appena disponibile, ne verrà dato l’annuncio e pubblicato il link su questo sito.

Questo libro è dedicato a voi, sperando di cuore che la lettura di questa storia vi faccia  passare qualche ora di buon umore. 

Questo romanzo è auto-conclusivo, ma potete trovare tutti i miei lavori e aggiornamenti di quelli in pubblicazione su questo sito o sulla mia pagina facebook.

‘In una città lontana il Gentiluomo, il Barbaro e il Professore’ cover restyling e editing

Presto, molto presto, seppure non abbia ancora una data ufficiale, ‘In una città lontana il Gentiluomo, il Barbaro e il Professore’ sarà disponibile su Amazon in una nuova versione. Una versione più curata, letta e riletta, con personaggi meglio caratterizzati.

A tutto questo taglia e cuci letterario, non poteva mancare anche un rifacimento estetico della copertina del libro. Una versione che, ora, rappresenta di più il tono scanzonato e divertente di questo romance d’ambientazione moderna sexy e sbarazzino.

Priam e dopo
PRIMA E DOPO

 

 

TRAMA

Una storia d’amore altamente romantica e sbarazzina. Da leggere tutta d’un fiato. Melissa è una giovane studentessa universitaria. Bella, anzi bellissima, ma estremamente sola. Presa di mira fin da piccola per essere una secchiona e poi ghettizzata dalle sue compagne di classe invidiose dalla sua bellezza, a Melissa non viene facile socializzare e stringere nuove amicizie.

Trapiantata a Venezia per i suoi studi, la vita sociale di Melissa non sembra destinata a migliorare. Tra le solite invidie e compagni di corso, simpatici e disponibili, ma oberati dallo studio, a Melissa non resta altro da fare che trovarsi un lavoro per occupare il suo tempo libero dallo studio.

La sua bellezza, causa di così tanti problemi, torna finalmente utile valendole un ingaggio in una agenzia di moda. Il suo primo incarico, a una festa in maschera al Casino di Venezia, porterà sulla sua strada Marcus, un’affascinante gentiluomo mascherato deciso a sedurla.

Melissa non ha neppure il tempo di sospirare al ricordo dell’affascinante Marcus, che a farle rimpiangere la monotonia della sua vita, compare l’individuo più rozzo e barbarico dell’intero creato, un villano, uno screanzato, che si rivelerà essere null’altri che il suo nuovo professore. Fermamente deciso ad aggiungerla alla sua lista nera.

 

Consigli per realizzare le vostre cover

Per chi  ha un po’ di dimestichezza con Adobe Photoshop e anche per i meno abili con i programmi di grafica professionale, in un articolo precedente del mio blog ho parlato di molte risorse online gratuite, che vi permettono di ottenere un risultato professionale realizzando da soli la vostra cover.

Kobo o Kindle: Quale eReader scegliere

Arriva per tutti i lettori abituali il momento in cui si prende in considerazione l’acquisto di un eReader, un supporto sul quale leggere libri in formato eBook.  Ne vorrei comprare uno anche io e ho svolto un’approfondita ricerca in merito, consultando anche attuali possessori di un eReader, facendomi così un’idea chiara su quali prodotti offra il mercato e perché scegliere uno o l’altro.

Partiamo da una premessa: un eReader non è un tablet. Un tablet, di qualunque marca sia, ha funzionalità molto simili a uno smartphone ma di dimensioni superiori, alcuni hanno addirittura una fotocamera integrata. Nulla vieta di leggere eBook su un tablet installando le apposite app, ma c’è un ‘ma’: vi si friggerebbero gli occhi esattamente come leggendo sullo schermo luminoso del pc o del vostro cellulare.

QUALE SCEGLIERE

come-leggere-ebook.jpg

La mia ricerca ha portato ad individuare due marchi di eReader che si pongono come i migliori di mercato per qualità, popolarità e disponibilità di un marketplace integrato: i Kindle commercializzato da Amazon e i Kobo. Entrambi i marchi offrono alcuni modelli di eReader poco differenti tra loro per prezzo e caratteristiche tecniche, e tutti e due danno la possibilità di acquistare i vostri eBook direttamente dalla loro libreria virtuale.

Gli eReader hanno tutti connessione wi-fi e le rispettive app Kobo e Kindle permettono si salvare in cloud qualcosa come 2000 eBook. Potete scegliere voi se scaricare l’eBook sul vostro eReader per averlo sempre a disposizione anche quando non siete connessi a internet, o preferite lasciarlo archiviato sulla vostra libreria personale in cloud. Anche la memoria degli eReader è piuttosto notevole e vi potete portare sempre in borsa qualcosa come 400 volumi insieme.

ILLUMINAZIONE

Grazie alla tecnoligia e-ink, gli eReader hanno una luminosità piacevole che tende a imitare quella della carta, preservando la vostra retina e rendendo la lettura piacevole come su un libro vero.  Alcuni modelli sono retroilluminati e vi consentono di leggere anche in condizioni di scarsa illuminazione senza affaticare l’occhio. Vi consiglio vivamente di investire qualche eurino in più in un modello di eReader dotato di retroilluminazione, saranno ben spesi e non dovrete più scomodarvi ad accendere la aboutjour per leggere a letto.

DIMENSIONI

Le dimensioni degli eReader sono pressoché standard tra tutti i produttori. Lo schermo più popolare è quello da 6″  (all’incirca un eReader  ha le dimensioni di un libro di medio formato, indicativamente 16 x 12 cm) e si riesce a tenerlo in una sola mano senza fatica, cambiando pagina con un semplice swipe (scorrimento del pollice)

BATTERIA

Infischiandomene altamente della durata della batteria indicata dalle case produttrice, ho raccolto le testimonianze dei possessori di eReader che si sono pronunciato in merito sul gruppo FaceBook Leggere Romanticamente & Fantasy FORUM e BLOG. Tutti i principali modelli in commercio: Kindle, Kobo e marchi meno noti, hanno una buona durata. Indicativamente, la durata è così suddivisa:

  • Lettore sportivo Un paio di ore di lettura al giorno: un mese e mezzo di carica.
  • Lettore sportivo serale Un paio di ore di lettura la sera: un mese di carica.
  • Lettore professionista Quattro o cinque ore di lettura al giorno: una settimana.
  • Lettore invasato: 12-16 ore di lettura ossessiva al giorno: tre giorni.

 

Prima vi parlavo di Kobo e Kindle, già detto che l’unica cosa che mi sento di consigliare è scegliere un modello retroilluminato, è davvero difficile preferire Kobo o Kindle: sono entrambi ottimi prodotti.

Entrambi hanno schermi di ottima qualità, materiali resistenti e un design piacevole. Hanno le medesime specifiche tecniche, entrambi danno la possibilità di evidenziare, annotare e condividere brani. Sia Kobo che Kindle, oltre al  Wifi integrato, hanno una Usb per connettività aggiuntive. Inoltre entrambe i marchi sono dotati di un servizio clienti efficiente e disponibile in caso di guasti o malfunzionamenti.

LATI NEGATIVI dell’uno e dell’altra

L’unica maniera per scegliere è quella di cercare il peluzzo nell’uovo, vi annoto qui i pochi lati negativi dell’uno e dell’altro. A voi scegliere il male minore.

Lati negativi Kindle

  • Non legge i file in formato epub, molto popolare tra gli eBook scaricabili online da altre piattaforme che non siano lo Store di Amazon. E’ possibile convertirli con apposite app, ma i possessori di Kindle riferiscono che non sempre la conversione è possibile.
  • Solo Kobo offre modelli eReaderc con la possibilità di estendere la memoria fisica inserendo una micro Micro SD.

 

Lati negativi Kobo

  • Kobo non permette di caricare documenti tramite un indirizzo di posta elettronica dedicato.
  • Solo Kindle però offre modelli con tecnologia di connessione 3G.

 

A voi l’ardua decisione! Quando avrò scelto e testato il mio eReader magari vi scriverò una recensione.

Serie Nightwalkers di Jacquelyn Frank

Oggi voglio presentarvi una serie romance fantasy che adoro e condividere con voi la gioia di aver finalmente completato la lettura di tutta la serie, edita nella collana Dark Passion della casa Editrice Mondadori: Nightwalkers di Jacquelyn Frank.

 

Perché ho adorato questa serie

Dark Passion Jacquelyn Frank
La serie completa orgogliosamente esposta sulla mia libreria

Ambientata in un mondo molto simile al nostro, in cui però nell’ombra ad un passo degli ignari umani, prosperano da secoli le Creature della Notte: demoni, vampiri, licantropi, mistrali, personaggi che la Frank sa rendere unici, impreziosendo e stravolgendo i cliqué di queste creature tanto note alla letteratura paranormale.

I demoni sono guerrieri bellissimi, ognuno legato a un elemento della terra e persino la ‘mente’, organizzati in una società con un preciso codice morale e ruoli gerarchici. Noah il potentissimo demone del fuoco, re dei demoni, sta finalmente instaurando la pace tra i vari popoli delle Creature della Notte, deponendo le armi con il Popolo dei Licantropi dopo ben trecento anni di guerre.

In questo viene aiutato dal suo capo dei guerrieri Elijah e dall’ Esecutore, Jacob, il demone più temuto dalla sua specie, colui che fa rispettare le leggi dei demoni punendo terribilmente chiunque commetta un crimine. I peggiore crimine, ed anche il più frequente, tra i demoni è soccombere alla lussuria della notte di Belatane o al Samhine, perdendo la lucidità fino al punto da accoppiarsi con un umano o un essere di un’altra specie delle creature della notte.

Solo l’imprinting, può salvare i demoni dalle tentazioni e dai tormenti delle notti sacre, un innamoramento scritto nel proprio codice genetico, indissolubile e subitaneo, che si scatena non appena si avvicinano alla compagna o al compagno a loro destinato. L’unico che esisterà mai più per loro, al punto che la morte di uno dei due membri di un imprinting può persino portare alla morte dell’altro.

I legami nati con l’imprinting sono però rarissimi, tant’è che la popolazione dei demoni, è sempre più confusa e feroce durante le notti sacre. Anche i membri più anziani del consiglio dei demoni, tra cui Noah e Gideon, faticano a resistere al richiamo erotico di Belatene e Samhain, rischiando di perdere il controllo e finire vittima delle feroci punizioni dell’Esecutore.

Tutto quanto cambia quando l’Esecutore stesso ha l’imprinting con un’umana: Isabella, una Druida, una specie di umani che si riteneva estinta da secoli. Quest’evento rimette in discussione tutte le leggi del mondo dei demoni e anche quelle delle altre creature della notte: cominciano ad apparire imprinting tra demoni e licantropi, demoni e vampiri; e i Vampiri stessi, una popolazione tanto lasciva quanto apatica e priva di entusiasmo per la vita, deve rivedere le proprie tradizioni, scoprendo che bere sangue di un’altra creatura della notte non comporterebbe per loro la morte, ma la loro unica maniera per unirsi alla propria anima gemella e tornare a provare emozioni.

Questi eventi che sconvolgono tutto il mondo delle Creature della Notte, portano alla scoperta di una verità più ampia, a nuove alleanze, alla revisione di antiche profezie e a nuovo nemici: tra cui la potentissima Demone traditrice Ruth e le Negromanti.

La peculiarità e la bravura della Frank, sta nel raccontare una trama ampia e avvincente, snodando ogni suo capitolo attraverso gli occhi di una coppia di protagonisti che al contempo ci raccontano la loro storia, tenendoci incollate a tutta la serie attraverso cinque storie d’amore estremamente sexy e romantiche, cinque storie di imprinting con personaggi a dir poco affascinati.

 

I libri della serie sono:

  • Jacob
  • Gideon
  • Un’occasione per Elijah
  • Le tentazioni di Damien
  • Il sogno di Noah Parte prima
  • Il sogno di Noah Parte seconda
  • Il ritorno di Adam

 

Reperibilità

Cartaceo

Come già scritto, l’intera saga Nightwalkers è stata pubblicata a partire dal 2010 nella collana Dark Passion della Mondadori, purtroppo non più reperibile. Io mi sono conquistata il volume che mi mancava per concludere la serie, spulciando su Romanticamente Mercatino un gruppo Facebook dedicato alla compravendita di libri romance.

Ebook

Tutta la serie è disponibile in formato digitale su IBS.it

 

Voi l’avete letta? Cosa ne pensate?

‘La Strega e Il Cavaliere’ cover restyling e consigli per realizzare le vostre copertine.

‘Un libro non si sceglie dalla copertina’, certo come no, e io quanto starnutisco sputo fuoco. Come in ogni cosa, anche l’occhio vuole la sua parte, ed è così che sono felice di presentarsi la nuova cover di ‘La Strega e il Cavaliere’. Un bel cambiamento, no?

Romance eBook Cover
PRIMA & DOPO

 

Ho realizzato personalmente la nuova grafica, utilizzando Adobe Photoshop dato che si tratta del mio lavoro, ma per i meno abili con i programmi di grafica professionale, ci sono molte risorse gratuite online che vi permettono di ottenere un risultato professionale realizzando da soli la vostra cover.

Siti di immagini

Per prima cosa servono delle immagini copyright free, che vi consentano il libero utilizzo commerciale e privato delle immagini. Esistono siti che hanno immagini favolose ad alta risoluzione, adatte come immagine copertina per ebook o libri stampati.

Io vi consiglio Pexels e Freepik, dove con un pò di pazienza si possono trovare risorse gratuite di ottima qualità.  A pagamento c’è il famosissimo Shutterstock con un triliardo di immagini tra cui cercare attraverso il motore di ricerca interno. E’ piuttosto caro: 5 immagini costano all’incirca 50€

 

Tools online

Se non avete dimestichezza con Photoshop o affini, Canva è davvero uno strumento eccezionale per creare cover accattivanti, professionali ed in maniera assolutamente intuitiva. Potete scegliere con facilità tra diversi template pre-impostati nella sezione: Book Covers. Provare per credere!

 

Font

Il Font (la Font per alcuni) è il tipo di carattere. Perché non solo il testo ci comunica qualcosa, ma anche la maniera in cui si presenta graficamente ci dice molte cose. La scelta del carattere adatto alla tipologia di testo è una vera arte. Per fortuna esiste DaFont un portale gratuito dove trovare centinaia di font divisi per genere.. a voi la scelta!

L’intramontabile fascino del cartaceo

Ci sono amanti delle lettura, inguaribili romantici che si aggrappano con unghie e denti ai libri stampati su carta, che digeriscono poco il passaggio alla digitalizzazione e alla comodità di leggere e-book. Il libro per questi lettori, me inclusa, deve essere un oggetto fisico, qualcosa da toccare che lasci un ricordo tattile, visivo, olfattivo.

Quelli come me non riesco proprio a rinunciare alla carta e oppongono una naturale ribellione al suo abbandono. Un amante del cartaceo sa che i libri hanno anche un buon odore: profumano di carta inchiostrata e notti insonni. Producono suoni. Il fruscio di una pagina di carta, voltata la sera nella penombra di una stanza silenziosa, è un rumore antico quanto il mondo. Chi non lo conosce? Flush.

 

Il rumore di una pagina voltata è forse ancora più  noto e antico di quello di un tappo, il ‘Pop’ del sughero che balza fuori dal collo di una bottiglia. Pop! Glu… glu… glu…, flush.  Su indovina. Che rumori sono? Cosa sto facendo? Mi verso del vino mentre leggo un libro. Indovinato, no?

Sei mai entrata in una biblioteca durante una calda giornata estiva? Una di quelle giornate afose con un tasso di umidità che ti fanno mancare l’aria. L’aria all’ interno è più secca, il profumo dell’inchiostro invade ogni stanza mieloso e pungente come il profumo di fiori troppo in là nella fioritura. Un profumo coperto prima di diventare invadente da quello antico e più asciutto della carta. E’ un profumo che a un amante dei libri può fare avere un orgasmo. Passando tra gli scaffali sembra quasi che, di tanto in tanto, i libri scricchiolino assestandosi tra loro, pare sussurrino in attesa che tu faccia la tua scelta. Ibs.it, l’Amazon store o qualsiasi altra libreria online, non mi potrà mai offrire l’emozione e il piacere di entrare in una biblioteca o scoprire una nuova libreria.

Anni fa per un periodo ho vissuto in una grande città inglese, nella mia città di origine e nella città dove ho studiato frequentavo molte biblioteche, le librerie però erano scarse e mi dovevo accontentare di quelle commerciali, grandi negozi luccicanti nelle vie del centro con gli ultimi libri più venduti. Libri con copertine nuove di patina, divisi sommariamente per genere:  a pochi passi della divina Jane Austine, ti potevi ritrovare persino le Barzellette di Totti.

In Inghilterra, invece, c’erano belle biblioteche e decine di librerie di ogni tipo. Quelle grande e commerciali con i faretti al neon, le librerie universitarie subissate dai libri di testo dei corsi e tante, tantissime, librerie divise addirittura per genere, alcune vendevano esclusivamente libri usati. Vicino a casa mia c’era una deliziosa libreria di libri per bambini, qualche via su per la collina c’era un negozio con l’insegna gialla che specializzato in thriller e polizieschi. La prima volta che vidi una libreria di soli libri usati, ero al mercatino permanente di Bristol, pensai di non voler più tornare in Italia.

Il sabato mattina, puntuale come un orologio svizzero, montavo in sella alla mia bicicletta senza farmi falciare dalla guida a destra e raggiungevo il Saint Nicholas Market, dove libri tenuti con amorevole cura venivano venduti a poche sterline. Il proprietario del negozio ogni volta mi rendeva una borsetta con la stampa sempre diversa, riciclata da qualche altro negozio, piena di libri fino all’orlo e, agguantato un panino vegano al chiosco lì vicino – il panino più buono che abbia mai mangiato in assoluto –  me ne andavo ogni sabato mattino a leggere vicino al fiume.

Saint Nicholas Market – Bristol

 

Dopo qualche mese conoscevo per nome il proprietario del negozio e lui mi teneva da parte gli ultimi arrivi che pensava mi sarebbero piaciuti. Io ero bravina a parlare inglese, ma non mi sarei mai sognata di mettermi a scrivere in inglese, fu proprio il proprietario della libreria a suggerirmelo, regalandomi un libro sulla punteggiatura inglese che conservo a tutt’oggi nella mia libreria.

Tutto questo sarebbe potuto succedere se avessi acquistato le mie letture dietro allo schermo di un pc? Avrei mai conosciuto Beware of the Leopards Books, e il suo proprietario, tanto grigio di capelli quanto gentile? Vi starei forse raccontando questa storia?  Sicuramente no. Un libro non è solo la narrazione che contiene, indipendentemente dal supporto che la veicola. Un libro è un oggetto che può assumere un sacco di valenze: i libri si regalano, si prestano, alcuni diventano oggetti tanto cari da tenerli per sempre in bella mostra nella libreria di casa nostra.

Lo so che prima o poi, anche noi ferventi sostenitori di Gutenberg e della stampa su carta dovremmo accettare il progresso. Proprio come dalla prima stampa tipografica siamo passati alla stampa riprodotta sinteticamente dall’ industria, inevitabilmente abbandoneremo l’uso della carta in favore del digitale: i-Pad, Kindle, Kobo o chissà che.  Resto però  fermamente convinta che sarà una dura lotta far abbandonare il cartaceo a quei lettori romantici che, come me, sono sempre stati sedotti del fascino di un libro stampato.

Perché Gena Showalter piace tanto

Chi è Gena Showalter? Guardiamo cosa dice Wikipedia:

Gena showalter
Gena Showalter

 

‘Gena Showalter (born 1975 in Oklahoma) is an American author in the genres of contemporary romance, paranormal romance, and young adult.’

Gena è una scrittrice americana di romance contemporaneo, paranormal romance e young adult. Ha pubblicato il suo primo libro a 27 anni ed, ora che ne ha 42, ha all’ attivo una quarantina di libri diventati best seller tra le amanti del genere in diverse nazioni di tutto il mondo.

Le trame della Showalter e il suo stile sono inconfondibili ed proprio la peculiarità del suo stile di scrittura che l’ha resa tanto famosa e tanto amata. I suoi personaggi maschili e femminili sono guerrieri, vampiri, creature in qualche maniera paranormali: demoni, amazzoni, arpie; incastonati in un mondo fantasy facilmente accessibile, spesso scoperto per puro caso da uno dei personaggi che ne scopre l’esistenza, insieme all’ irresistibile attrazione con la sua controparte maschile o femminile.

Ma perché Gena piace tanto? I libri di Gena sono il sinonimo di una lettura conturbante e ironica, sensuale e senza pretese che tiene incollati alle pagine grazie a un incantesimo a cui è impossibile opporsi. I suoi protagonisti maschili sono pura carica erotica, il vero cliché del maschio Alfa, forte ed aitante, un guerriero d’altri tempi stoico ed intrepido. La natura antiquata o spesso animalesca dei protagonisti maschili della Shawolter, per non dire il loro l’eccesso di testosterone, li vede confrontarsi con l’eroina femminile, dalla quale sono attratti, con istintivi sentimenti di possesso e protezione dando sfoggio di tutto il loro machismo. Un machismo che viene sempre riportato a giuste misure dalla controparte femminile che nei libri della Showalter, non è mai una femmina remissiva o bisognosa d’aiuto. Che si tratti di donne guerriere, creature fatate, inconsapevoli assistenti di marketing o hostess frustare, le protagoniste di Gena possono essere forti, intelligenti e argute, sempre pronte a dare filo da torcere al belloccio di turno prima di capitolare ai suoi piedi prigioniere della passione.

La Showalter ci mostra luoghi e accadimenti paranormali con un incredibile nitidezza e semplicità, che li rende vividi e plausibili. Reali ed immaginabili proprio come una normale ambientazione contemporanea.  Lo stesso accade nella ‘storia d’amore’ che si sviluppa attraverso la trama portando inevitabilmente i due protagonisti l’uno tra le braccia dell’altra. Il romance di Gena è sexy, spinto, ma mai volgare. La sorprendente capacità di Gena è proprio questa: parlare di sesso, descriverlo nei minimi dettagli, senza scadere mai nel volgare. Scene ad altissima carica erotica, ci svengono snocciolate tra le righe del testo come se fossero un’estensione della psicologia stessa dei personaggi e non una mera esibizione pornografica.

Alcuni libri della Showalter fanno parte dello stesso universo finzionale, come la Saga di Atlantide o la gettonatissima serie ‘I signori degli inferi’, in inglese Lords of The Underworld, cui ogni capitolo è dedicato ad un bellissimo e potente guerriero tormentato dal demone scappato dal vaso di Pandora che ospita dentro di sé.

white rabbit chronicles di Gena Showalter
La serie ‘White Rabbit Chronicles

Dopo la piacevole lettura di queste due serie, cui ogni capitolo è di facile fruizioni singolarmente e senza ordine cronologico, non vedo l’ora di leggere tutti gli altri libri di Gena e la sua ultima serie di quattro volumi intitolata ‘The white Rabbit Chronicle’ che si inaugura con il libo ‘Alice in Zombieland’, una rivisitazione horror e sensuale della nota fiaba ‘Alice nel paese delle meraviglie’ . (Voi l’avete letta? Cosa ne pensate? E’ così che devo spendere – subito!!! – i miei prossimi risparmi?)

Vi lascio il rimando al sito personale di Gena Showalter. Nonché al mio negozio di libri usati, dopo averli divorati, ho messo in vendita i primi tre libri della Saga di Atlantide.

la saga di Atlandide Gena Showalter
I primi tre libri della Serie di Atlantide di Gena Showalter in vendita sul mio Depop a €13, spedizione inclusa.