Recensione: Shallow – Skulls of Hell MC Series di Silvia Carbone

Published by

on

Consigli di lettura a cura di Francesca Trentini – Scrittrice e Editor

Contemporary romance


Titolo: Shallow

Autrice: Silvia Carbone

Serie: Skulls of Hell #1

TRAMA

Rispetto. Onore. Per la mia famiglia.
Fratellanza. La mia legge.
Questi sono i valori con cui sono stato cresciuto.
Agisco a sangue freddo, insensibile al dolore dei miei nemici.
Prendo e tolgo a mio piacimento.
Nulla ha importanza, vivo solo per il club.
Fino al suo arrivo.
Reese Jones è una ragazza determinata e leale.
Ma non solo, è anche bellissima.
Sono un uomo che vive nell’ambiguità e ho dei segreti.
Lei sarà la mia ossessione.
Io la sua rovina.
Mi chiamo Killian “Shallow” Hill, vicepresidente degli Skulls of Hell MC.
Vivo all’inferno.
E non ho paura.

Recensione

Attirata dalla valanga di recensioni, ma anche dal modello in copertina (perché, ammettiamolo, è impossibile da ignorare), ho deciso di leggere anch’io questo biker romance di Silvia Carbone, primo volume autoconclusivo della serie Skulls of Hell MC.
Divorato.
Il ritmo è incalzante e con pochi momenti statici. E poi non si può resistere al fascino degli Skulls of Hell, una gang di motociclisti malviventi ma estremamente affascinanti e con un codice morale ferreo.
Lui è Killian, detto Shallow, vicepresidente degli Skulls, il classico bello e dannato che nasconde dietro un aspetto duro la sofferenza causata dalla perdita della sua ragazza, morta in una sparatoria con i rivali degli Skulls.
Lei è Reese, sorella di un membro degli Skulls, Jaylen. Ha solo 17 anni ma ha dovuto mantenersi e badare ai genitori, alcolisti e tossicodipendenti, fin da quando il fratello se ne è andato. Infatti, è matura per la sua età e parecchio grintosa.
I due protagonisti sono ben caratterizzati e insieme fanno subito faville, anche se all’inizio non proprio positive. Però non impiegano molto a cedere all’attrazione reciproca, regalando a noi lettori momenti bollenti ma anche battibecchi e momenti di dolcezza.
Ben caratterizzati anche i personaggi secondari: Jaylen e il comico Thomas, le reclute, il presidente e la moglie, questi ultimi indossando anche i panni di genitori di una famiglia fondata su onore, fratellanza e protezione reciproca. La trama è ben congeniata e sa tenere col fiato sospeso fino all’ultimo.
Anche lo stile asciutto, pulito e diretto di Silvia mi è piaciuto molto. Insomma, l’Autrice non si gingilla con fronzoli linguistici, va dritta al punto.
Se siete appassionate del genere, merita!


Francesca trentini

Francesca Trentini è una scrittrice e editor freelance specializzata nei generi romance e fantasy (e i loro sottogeneri) e in narrativa mainstream. Puoi seguirla sul suo profilo Instagram

Rispondi

%d