‘La Strega e Il Cavaliere’ cover restyling e consigli per realizzare le vostre copertine.

‘Un libro non si sceglie dalla copertina’, certo come no, e io quanto starnutisco sputo fuoco. Come in ogni cosa, anche l’occhio vuole la sua parte, ed è così che sono felice di presentarsi la nuova cover di ‘La Strega e il Cavaliere’. Un bel cambiamento, no?

Romance eBook Cover
PRIMA & DOPO

 

Ho realizzato personalmente la nuova grafica, utilizzando Adobe Photoshop dato che si tratta del mio lavoro, ma per i meno abili con i programmi di grafica professionale, ci sono molte risorse gratuite online che vi permettono di ottenere un risultato professionale realizzando da soli la vostra cover.

Siti di immagini

Per prima cosa servono delle immagini copyright free, che vi consentano il libero utilizzo commerciale e privato delle immagini. Esistono siti che hanno immagini favolose ad alta risoluzione, adatte come immagine copertina per ebook o libri stampati.

Io vi consiglio Pexels e Freepik, dove con un pò di pazienza si possono trovare risorse gratuite di ottima qualità.  A pagamento c’è il famosissimo Shutterstock con un triliardo di immagini tra cui cercare attraverso il motore di ricerca interno. E’ piuttosto caro: 5 immagini costano all’incirca 50€

 

Tools online

Se non avete dimestichezza con Photoshop o affini, Canva è davvero uno strumento eccezionale per creare cover accattivanti, professionali ed in maniera assolutamente intuitiva. Potete scegliere con facilità tra diversi template pre-impostati nella sezione: Book Covers. Provare per credere!

 

Font

Il Font (la Font per alcuni) è il tipo di carattere. Perché non solo il testo ci comunica qualcosa, ma anche la maniera in cui si presenta graficamente ci dice molte cose. La scelta del carattere adatto alla tipologia di testo è una vera arte. Per fortuna esiste DaFont un portale gratuito dove trovare centinaia di font divisi per genere.. a voi la scelta!

Cosa bolle in pentola: Bia, una strega nel romance vittoriano.

Attualmente su questo sito sono disponibili solo due e-book: uno è un fantasy d’ambientazione medievale e l’altro una storia sbarazzinamente romance ambientato ai giorni nostri, dietro le quinte sto scrivendo per approntare altre titoli così suddivisi:

Romance Fantasy

  • La figlia del Demone (Medioevo, pochi anni dopo  ‘La strega e il Cavaliere’)
  • Bia e l’innamorato sdoppiato (Bath e Londra, 1800)

Romance

  • Il Sole che illumina la Fuga (Nebraska e Colorado, 1830)
  • Trilogia in gonnella. (Italia, 2010)

Il prossimo libro ad apparire su Libreria Rosa appartiene alla categoria romance fantasy e si intitola ‘Bia e l’Innamorato sdoppiato’, un titolo che mi riservo di cambiare all’ ultimo mento.

Lasciate che stasera vi presenti i due protagonisti: Bia ed Emory (finché ce n’è solo uno).

Immaginatevi Bath, agli inizi dell’ottocento, la cremé della nobiltà Inglese in villeggiatura estiva in un’unica adorabile città fluviale. Un’occasione di feste e mondanità e, per molte ragazze in età da marito, anche la speranza di incontrare qualche ‘partito’ interessante, prima della più formale stagione Londinese.

In questo quadretto di passeggiate tra giardini verdi, ombrellini di pizzo e crinoline. Metteteci una giovane Strega. Insomma, una ‘quasi’ Strega: Bia.

 

 

Bia non vi piacerà. La protagonista femminile di questo romanzo è antipatica. Viziata. Impulsiva, al punto che vi verrà voglia di uscire dalle pagine del libro (o del vostro tablet) e schiaffeggiarla. Con visetto dalla bellezza non comune, capricciosa e testarda, e caricata a pallettoni di poteri magici che andrebbero gestiti con un po’ più ‘giudizio’. Nulla servirà a fermare Bia dal prendere pessime decisioni e scatenare guai uno dietro l’altro. Guai creati, tra tutto, anche dall’uso improprio di incantesimi e dal più incapace utilizzo dei propri poteri di strega.

Penso abbiate capito il soggetto.

 

Prendiamo poi Emory. Lord Emory Malloren. Il famigerato scapolo ‘troppo tutto’ per essere vero: bello come un’opera d’arte, di maniere impeccabili, brillante. Provetto cavallerizzo, impareggiabile con le pistole e abile nella boxe. In poche parole, affascinate e assolutamente irresistibile. Senza scontentare gli interessi matrimoniali di eventuali suoceri, anche titolato e danaroso. Il tipo di uomo su cui le ragazze fantasticano e che rischia di causare svenimenti al suo ingresso in una sala ricolma di signorine con i corsetti troppo stretti.

Troppo bello per essere vero. Ed infatti, Emory, non è vero. O quanto meno, è tutto ciò quanto descritto sopra, con l’aggiunta di un piccolo dettaglio: l’ultimo pensiero di Lord Emory Malloren è il matrimonio. Unica regola di vita: rinunciare il più tardi possibile alla vita da scapolo. Un bel guaio, quando il suo bel sorriso candido e i suoi gli occhi di ghiaccio fanno perdere completamente alla testa a Bia, disposta a tutto per accalappiare il ‘miglior partito’ sulla piazza.

 

A presto per maggiori dettagli …..